Salta al contenuto

Sabato 15 Agosto 2020

Cerca nel sito del Comune di Cagliari

Indice


Breadcrumbs
Corpo della pagina
Leftbar
Articolo esploso

NOTIZIE

Ricevuti in comune i ragazzi del progetto IM'APPY

A fare gli onori di casa il Presidente del Consiglio Guido Portoghese
Un momento dell'incontro in Municipio
Un momento dell'incontro in Municipio

Ha fatto tappa a Cagliari il Progetto Europeo IM'APPY che finanzia Partenariati Strategici finalizzati alla Cooperazione per l’innovazione e lo scambio di buone pratiche.

Ricevuti dal presidente del Consiglio Comunale, Guido Portoghese, accompagnato per l'occasione dai consiglieri Rita Polo, Benedetta Iannelli e Marco Benucci, i quindici ragazzi del progetto, provenienti da Italia, Grecia, Turchia, Lituania e Slovenia, si sono accomodati nella Sala Consiliare per dialogare con i rappresentanti delle istituzioni cittadine.

Uno dei principali temi del dialogo è stato quello dell'immigrazione con particolare riferimento all'accoglienza.

“Non può che essere un piacere avervi qui con noi” ha salutato così Guido Portoghese, che poi ha lasciato spazio a Rita Polo nella sua qualità di Presidente della Commissione Politiche Sociali. “Non posso che sottolineare l'importanza di questo progetto perché tocca il quanto mai attuale tema dell'immigrazione che in questo periodo interessa in modo particolare la Sardegna che del Mediterraneo si trova proprio al centro”.

Le altre finalità del progetto sono legate alla cooperazione transnazionale di piccola e larga scala che offrono l’opportunità alle organizzazioni attive nei settori istruzione, formazione e gioventù, a imprese, enti pubblici e organizzazioni della società civile di cooperare al fine di attuare e trasferire pratiche innovative a livello locale, regionale, nazionale ed europeo. Senza tralasciare l'obiettivo di modernizzare e rafforzare i sistemi d’istruzione e formazione; sostenere effetti positivi e di lunga durata sugli organismi partecipanti, sui sistemi e sugli individui direttamente coinvolti.

I beneficiari diretti sono i giovani migranti e residente con minori opportunità presenti in Europa.

“La collaborazione tra Paesi per tematiche di così grande importante – ha concluso Guido Portoghese – rappresenta la strada da percorrere per perfezionare delle buone pratiche e trovare delle soluzioni condivise”.
Rightbar
  • 02 agosto 2017