Salta al contenuto

Domenica 11 Dicembre 2016

Cerca nel sito del Comune di Cagliari

Indice


Breadcrumbs
Corpo della pagina
Leftbar
Articolo esploso

NOTIZIE

Presto la Metro entrerà in via Roma

Già disponibili altri 8 milioni di euro per la progettazione delle tratte verso il Poetto e verso Monserrato.
Cagliari. Mezzi della Metropolitana.
Cagliari. Mezzi della Metropolitana.
Pezzo dopo pezzo si compone il quadro che l'Amministrazione comunale di Cagliari sta tracciando sulla mobilità sostenibile. E puntando a diminuire sempre più l'impatto ambientale, sociale, economico e sulla salute delle persone generati dalla circolazione dei veicoli privati nell'Area vasta, giovedì 4 agosto 2016 l'Aula di Palazzo Bacaredda ha approvato con 23 voti a favore e 12 astenuti la variante al Piano urbanistico comunale, inerente il progetto preliminare per la realizzazione del collegamento tra piazza Repubblica, il Cis e la piazza Matteotti della metropolitana leggera. I lavori partiranno l'anno venturo per concludersi circa due anni dopo.

La tratta rappresenta un intervento strategico su scala regionale, ha spiegato la vicesindaca Luisa Anna Marras durante la seduta del Consiglio di martedì scorso riferendosi al collegamento fra l'hinterland, compreso il Policlinico universitario, e la città. In particolare con la piazza Matteotti in cui sono dislocati la stazione degli autobus extra urbani, il Porto traghetti e la stazione FS da cui dove si può raggiungere il vicino aeroporto in pochi minuti con il treno. In più, grazie anche alle altre iniziative messe in campo dall'Amministrazione comunale, tra cui car sharing, bike sharing e nuovi mezzi elettrici, Cagliari si attesta tra le città più “sostenibili” d'Italia.

Presto la Metro entrerà quindi in via Roma. Il fondo stradale e i sottoservizi nella corsia centrale sono già pronti per accogliere i binari che si snoderanno in un tracciato di circa 2 chilometri e mezzo, per 22,5 milioni di euro di fondi regionali d'investimento, con sette nuove fermate: Repubblica, San Saturnino, Bonaria, Lussu, Darsena, Municipio, Stazione Ferrovie. A realizzare l'intervento sarà però l'Arst, ma grazie a un protocollo di intesa “il Comune è entrato in co-progettazione”, ha specificato la vicesindaca. Ciò significa che l'Amministrazione cittadina ha avuto la possibilità di “vedere e ragionare”, fin dall'inizio, sui diversi aspetti tecnici e attuativi che un'opera importante come questa può comportare anche in proiezione futura.

Per il consigliere Piergiorgio Massidda di #cagliari16, che ha dichiarato di volersi astenere dalla votazione, sarebbe stato invece necessario “privilegiare il miglioramento dei collegamenti con gli altri centri della Città Metropolitana e con le zone periferiche, piuttosto che verso il centro cittadino in cui si recano massimamente le persone che devono partire che però utilizzano più comodamente l'automobile per portare le valige”.

“Esprimo voto favorevole”, ha invece dichiarato invece il sindaco Massimo Zedda. “Nell'ambito di un progetto generale di collegamento della città verso il Poetto, Quartu Sant'Elena e gli altri anelli sul viale Marconi, etc.”, ha spiegato, “tutti i sindaci dell'Area metropolitana di Cagliari hanno deciso, insieme, di iniziare proprio dal tratto fra piazza Repubblica e piazza Matteotti”. “Non stiamo semplicemente collegando due stazione della metropolitana”, ha aggiunto, “stiamo collegando una stazione della metropolitana alla più importante stazione ferroviaria della Sardegna”.

Intanto, sono già disponibili altri 8 milioni di euro per la progettazione della tratta che collegherà la via Roma con il polo ospedaliero, per poi ricongiungersi a Monserrato, e quella che dal viale Diaz arriverà al Poetto.
Rightbar
  • 05 agosto 2016